Qual è il peggior incubo di un viaggiatore?

  • Rimanere bloccati all’aeroporto di Mosca Sheremetyevo durante la caduta dell’Unione Sovietica Freaking. Avevo 10 anni, non per colpa mia.
  • Facendo un viaggio in treno dell’ultimo minuto per l’aeroporto, solo per arrivare e rendersi conto che il treno va in città con lo stesso nome dell’aeroporto e non dell’aeroporto.
  • Essere rapinato a Londra.
  • Essere interrogato alla dogana di Barcellona per essere l’unico ragazzo cinese dall’aspetto trasandato sul volo. L’altro ragazzo cinese che era piuttosto più ben vestito ottiene un passaggio.
  • Essere bloccato all’aeroporto di Suvarnabhumi per 2 settimane durante un colpo di stato.
  • Camminando attraverso un parco malvagio a Nijmegen e farsi seguire da un ragazzo schifoso. Di notte. Ti giri, ti fa sorridere e ti chiede se ti piacerebbe divertirti …… ..hah! No.
  • Arrivando a destinazione. E il tuo bagaglio no.
  • Prendere un taxi dall’aeroporto del Cairo alle Piramidi di Giza. Solo per aver detto che un taxi ti porta in un negozio poco costoso vicino alle Piramidi di Giza. Ti viene fatta entrare e fissata da un tizio dall’aspetto sciatto con grandi sopracciglia e un taglio dell’equipaggio. Ti offre bigiotteria troppo costosi. Ti rifiuti. Ti offre la colazione. Insiste. Ti fa pagare $ 50 per 2 pezzi di pane e un po ‘di montone gommoso.
  • Acquistare un oggetto d’antiquariato costoso in un negozio di souvenir in Cina. Solo per trovare lo stesso “antico” venduto a $ 2 al pop in un mercatino delle pulci altrove.
  • Salta su un treno da Napoli a Roma. Solo per rendersi conto che sei saltato sul treno lento da Napoli a Roma. Un viaggio di 2 ore comodamente climatizzato si è trasformato in una sauna di 8 ore in un forno mascherato da treno perché non ti sei fermato a controllare se era il treno giusto. E avevi 9 ore prima che il tuo volo partisse quando sei salito sul treno per la prima volta.
  • Prendi un taxi per una buona notte fuori a Wuxi, in Cina. Il taxi ti porta al “miglior club in città” dove sei l’unico cliente. Ordina una birra. Ti portano 10. E frutti. E noccioline. E le donne. Dici di no e provi ad andartene. Uomini arrabbiati escono dal nulla. Ti chiedono di pagare circa mille dollari per le bevande, la frutta, le noccioline e le donne che non hai chiesto. Piangi, tieni a bocca aperta, grovel e implori per la tua vita. Dai loro ogni centesimo che hai e lasci la sensazione di avere tutti gli arti e le estremità ancora attaccati.

Penso che questo sia stato il mio incubo più grande. Guardare il mondo sotto di me da 83 piedi mi ha congelato la mente e i piedi dal fare qualsiasi cosa, ma una volta che l’istruzione mi ha spinto verso il basso, ho dovuto scendere.

Scherzi a parte, come viaggiatore solista ho attraversato molti incubi. Pochi continuano a ripetere, come ogni volta che mi rompo un bottone della camicia. FML. Chi lo sostituirà (i miei occhi sono deboli 🙁)

  1. Perdersi in una spedizione di trekking è l’incubo peggiore. Una volta mi sono perso a Gokarna, il mio percorso di 5 km si è trasformato in un percorso di 13 km perché mi sono dimenticato di tornare indietro.
  2. A 10000 piedi mi sono reso conto che non ho soldi in tasca. Sì, è successo a Kheergang. Ho dovuto tornare indietro, ho dovuto percorrere 20 km in un giorno. Ho fatto un record personale per me stesso.
  3. Morsi di ragno, non una o due volte ma tre volte. Immagino che questo sia ciò che accade quando prendi hotel economici.
  4. Bagagli smarriti all’aeroporto di Delhi, tè verde confuso e personalizzato per qualcos’altro. 😛
  5. Mi sono scambiato per un elemento antinazionale in Sikkim perché avevo la barba e i capelli lunghi
  6. Un uomo mi ha minacciato di buttarmi dal treno nel Bihar perché gli avevo chiesto di scendere dal mio posto sul quale era seduto illegalmente.
  7. Sono stato inseguito da un buttafuori di centri commerciali a Kanpur dopo che lui ha abusato e io ho abusato di nuovo
  8. La mia auto ha avuto un incidente mentre andavo a Pushkar perché un ricco SUV pensava che avrebbe avuto senso tagliare e anticipare

Ovviamente ho avuto diverse esperienze piacevoli. Puoi leggerlo sulla mia risposta qui -Anshul Kumar Akhoury risposta a Quali sono le tue esperienze viaggiando da solo?

Leggi le mie esperienze di viaggio da solista sul mio blog – Unorganized Chaos

Puoi seguirmi anche su Instagram per le mie avventure di viaggio da solista – Anshul Kumar Akhoury (@untamed_bachelor) • Foto e video di Instagram

Beh, ho avuto diverse esperienze da incubo durante il viaggio.

1. Quasi stato rapinato a Kuala Lumpur, in Malesia.
È stata una fuga fortunata. Maggiori dettagli sono disponibili nella mia risposta a Qual è stata la tua esperienza di viaggio più spaventosa?

2. Sono stato borseggiato a San Pietroburgo, in Russia.
Le nostre carte bancomat e tutto il denaro che avevamo erano spariti. Avevamo usato l’armadietto dell’hotel per salvaguardare alcuni dollari in contanti e alcune carte di credito. Questo ci ha salvato per il resto del viaggio.
Una cosa importante da sapere nel modo più duro è che le nostre carte di debito indiane non chiedono sempre il PIN quando vengono utilizzate all’estero. A quel punto, potremmo bloccare le carte bancomat, il borseggiatore ha acquistato cibo del valore di 100 USD da Sbarro. Prego, uomo affamato!

3. Mancato treno a Pechino, Cina.
Abbiamo perso il nostro treno da Pechino a Dandong in Cina. A causa del traffico intenso, abbiamo raggiunto la stazione 20 minuti prima della partenza. Sapendo che c’è ancora la possibilità di perdere il treno, abbiamo preso l’aiuto di un facchino. Tutti noi abbiamo corso come mai prima, richiedendo e interrompendo tutte le code, eppure ci siamo persi! Abbiamo dovuto prenotare il prossimo treno veloce. Morale: accadrà qualunque cosa accada. Nessuno può fermarlo.

4. Incagliato nell’aeroporto nordcoreano per 11 ore.
La Corea del Nord è un paese strano. E la nostra partenza è stata come una ciliegina sulla torta, anche se misteriosa. Maggiori dettagli possono essere trovati nella mia risposta a Qual è un momento della tua vita che pensavi potesse accadere solo in un film?

5. Incagliato in un treno delle ferrovie indiane per 75 ore.
Io e il mio amico viaggiavamo da Bangalore a Calcutta per il matrimonio di un amico, quando l’India orientale fu colpita da inondazioni nel 2008. Il treno non fu cancellato ma impiegarono 75 ore per raggiungere Calcutta. Con cibo, acqua e ventilazione limitati nel pullman AC, è stata una delle migliori situazioni fuori di me. Abbiamo ovviamente perso il matrimonio. Fortunatamente avevamo un biglietto aereo di ritorno.

6. Visto per le date sbagliate.
Grazie all’ambasciata russa, hanno dato il visto per le date sbagliate. Abbiamo dovuto sottometterci nuovamente all’ambasciata, tutto questo solo una settimana prima delle date del viaggio. C’è stato un momento in cui pensavamo di dover annullare il viaggio.

7. Non ottenere il visto in tempo.
Questo è successo ai miei genitori ma è stato un incubo anche per me. Maggiori dettagli possono essere trovati nella risposta a Come si ottiene un passaporto dall’ambasciata austriaca prima di viaggiare?

8. Emergenza medica a Mosca, Russia.
Ho attraversato un’emergenza medica a Mosca. In realtà è stato un incubo per mio marito. Doveva attraversare questo momento difficile: chiamare l’ambulanza e prendersi cura di nostro figlio che era un bambino allora. Ho subito alcuni test di controllo sanitario di base in ospedale, che era molto costoso rispetto all’India. La lezione qui è: si dovrebbe sempre avere un’assicurazione di viaggio. L’assicurazione ci ha aiutato a recuperare le spese mediche.

9. Fuggì all’attacco dinamitardo di un giorno a Istanbul, in Turchia.
Il giorno in cui abbiamo lasciato la Turchia, c’è stata un’esplosione di una bomba a Istanbul nel marzo 2016. Stavamo vagando nel sito poche ore prima dell’esplosione. Fuga fortunata.

10. Intimidito dai cercatori di libertà nel Kashmir, in India.
Anche se è stata una breve dimostrazione pacifica di un gruppo di adolescenti, è stato strano come noi due eravamo il pubblico target. Maggiori dettagli possono essere trovati nella mia risposta a Quali sono le peggiori esperienze di viaggio che tu abbia mai incontrato?

Tutte queste sono alcune delle esperienze amare che mi hanno insegnato una lezione o due. Tuttavia, il mio incubo più grande è il viaggio che termina e torna al lavoro!

In piedi in una tromba delle scale in un condominio, con tuo marito, tua figlia, tuo genero e il nipote di 2 settimane. La data era ottobre 2012, il luogo in cui Israele, l’evento, le ostilità scoppiavano tra Israele e Gaza. Ogni tanto le sirene suonavano avvertendo i cittadini israeliani di scendere nei rifugi in preparazione dei razzi che arrivavano da Gaza. Mia figlia viveva quindi in un attico, il che significava che non avevamo tempo di correre giù per 4 piani fino al rifugio del seminterrato. Quindi abbiamo dovuto percorrere due piani nel corridoio. Stavo tremando. Ero spaventato meno di tutto per me stesso, ma per la mia famiglia. Sono stato in visita per due settimane e ovviamente non me lo aspettavo.

Ricordo di aver guardato verso il tetto e di aver pensato oh mio dio che c’è un lucernario lì – un razzo lo distruggerebbe senza problemi. All’improvviso ci fu un BOOM. Mi è stato detto di non aver paura, era il missile patriota che disabilitava il razzo. Quindi la seconda sirena ti dice che è tutto chiaro e puoi tornare al tuo appartamento.

Questo è successo circa 4 volte durante la mia visita. Alla quarta sirena stavo diventando un po ‘più compiaciuto della situazione. Tutti si erano precipitati fuori e io ero ancora nell’appartamento per qualche motivo. Mio genero tornò di corsa dicendo “Jacky dove sei, devi sbrigarti quando senti la sirena?”. Risposi “Sono una donna anziana, non posso più correre.”

“Sì”, rispose “ma se non ti muovi potresti essere una vecchia morta”

Entrare in un incidente di autobus infuocato e fuggire dalla finestra in India il secondo giorno?

Nah.

Fatti tentare nel cuore della notte in Colombia da un ragazzo che conosci a malapena i genitori che ti fanno stare a casa loro?

No.

Scopri che il tuo ostello si trova nell’equivalente del centro-sud della Grecia?

Pshaw!

Essere lasciato cadere a un incrocio nel ghetto di Kingston e camminare su un acquedotto secco che ha accumulato immondizia sulla cima di entrambi i lati, per quanto puoi vedere?

Uh-uh.

Camminare oltre in una città di case di acciaio ondulato e trovare il letto per la notte in una stanza con una mezza dozzina di altre persone che hai appena incontrato?

Non c’è modo!

Sono tutti parte del viaggio, dell’esperienza, dell’avventura. Ecco perché viaggiamo. A nessuno importa che tu abbia visto la trappola per turisti # 34269. Veramente.

Rischiamo i nostri amici, persino le nostre famiglie.

Rischiamo di essere derubati, persino derubati.

Rischiamo di ammalarci o ferirci, anche morire.

Rischiamo tutto perché conosciamo il profitto.

Rischiamo tutto perché sappiamo che le nostre anime morirebbero una morte lenta e miserabile di ridondanza e noia se giocassimo al sicuro.

Il peggior incubo di un viaggiatore non è riuscire a viaggiare affatto.

Stai camminando per la strada e assisti a un calcio straniero sulla tazza di cambiamento di un senzatetto.

Di buon umore, vai dal senzatetto per aiutarlo a prendere il resto.

Mentre raccogli il resto, senti un leggero bernoccolo dietro di te; ma non ci pensare molto e continuare ad aiutare il senzatetto

Quando tutto il resto è stato raccolto, il senzatetto ti ringrazia e te ne vai.

Nel mezzo del tuo trekking, noti che qualcosa si sente fuori. Dopo esserti accarezzato, ti rendi conto che il tuo portafoglio non c’è più.

Torna dal senzatetto per vedere se ha visto qualcosa; ma non si trova da nessuna parte.

Proprio così: i tuoi contanti, carte di credito / debito e carta d’identità sono spariti.

Viaggio rovinato

Lascia che ti racconti la storia completa … un giorno fuori dalla fioritura ho deciso di viaggiare in due paesi di nome Georgia e Azerbaijan da solo. Avevo fatto tutti i miei compiti. Sono un cittadino indiano e sapevo anche che c’erano alcuni simili incidenti avvenuti negli ultimi mesi all’aeroporto di Georgia (Tbilisi). Deportano molte persone dicendo che non hanno documenti sufficienti, tuttavia ho fatto la mia preparazione approfondita e ne ho approfittato. In primo luogo sono andato all’aeroporto internazionale di Mumbai. Ho raggiunto l’aeroporto e stavo per prendere la carta d’imbarco. Il ragazzo seduto alla scrivania mi ha detto che non può accettare il mio visto turistico per turisti e mi avvisa anche che potresti essere espulso. Sapendo che ho ancora colto l’occasione. Dall’aeroporto internazionale di Mumbai ho dovuto imbarcarmi su un volo per Dubai, dopo aver raggiunto Dubai ho dovuto prendere il volo di collegamento per Tbilisi. Ancora una volta alla porta di sicurezza mi hanno avvertito che andrai a Tbilisi e ci sono possibilità. Non mi sono preoccupato e ho preso il volo. Alla fine ho raggiunto all’aeroporto di Tbilisi in fila per l’immigrazione. Quando è arrivato il mio turno e ho consegnato il mio passaporto all’ufficio immigrazione. L’agente ha visto un passaporto indiano e mi ha subito detto di stare accanto. Sono rimasto scioccato e sono stato scortato dall’ufficiale di polizia seduto leggermente lontano dal bancone dell’immigrazione. Mi hanno preso il passaporto e sono stato interrogato (bombardato) con diverse domande. Ho risposto con calma a tutte le loro domande, tuttavia l’ultima domanda era sull’agenzia di viaggi. In qualche modo ho contattato un’agenzia di viaggi locale e avevo la mail di traccia contenente tutte le informazioni sul pacchetto sulla copia fotografica. L’agente di polizia ha improvvisamente chiamato l’agenzia e mi ha chiesto di me. Dopodiché mi disse di aspettare ed entrò nella cabina. Pochi minuti dopo il suo ritorno e mi è stato detto che stai dando false informazioni sul tuo piano di viaggio. Ho provato a discutere con lui ma mi ha esplicitamente detto di tenere la bocca chiusa. Non ho potuto pronunciare una parola perché sapevo che se qualcosa non va, non c’è ambasciata indiana in Georgia. Mi hanno immediatamente espulso e sono stato rimandato a Dubai nel prossimo volo. Ho perso tutte le prenotazioni di hotel e voli e quella è stata la peggiore delle 36 ore della mia vita.

Bene, quando sono atterrato per la prima volta in Thailandia, il mio più grande incubo è stata la barriera linguistica che ho dovuto affrontare. Ho guidato in un territorio sconosciuto perché non riuscivo a leggere i segnali stradali tailandesi e quando chiedevo alle persone sulla strada le giuste direzioni, ero sconcertato di sperimentare una lingua sconosciuta. È stato un lungo viaggio senza fine per tutta la notte tra vicoli bui e terrificanti rovesci temporaleschi, lontano dalla mia destinazione. È stato un incubo e mi chiedevo se avrei mai potuto raggiungere il mio posto e alla fine, dopo quasi 8 ore di guida e perdersi così tante volte, avrei potuto raggiungere la mia destinazione. Non so ancora dove mi sono diretto quella notte, ma probabilmente ero uscito dalla città e ho vagato per diverse autostrade. Ad ogni modo, era una cosa pensata, era un momento in cui il GPS non faceva parte della nostra vita quotidiana.

Al momento mi trovo bene in Tailandia da quasi 2 decenni e lavoro come consulente per aiutare gli stranieri a fare affari in Tailandia e ho anche un’agenzia di viaggi per turisti in entrata.

Direttore virtuale asiatico, specialista all’avvio

My Nightmare Came True !!

Era un bel giovedì mattina ed ero pronto per il mio viaggio e avevo un treno da prendere alle 14:00. Imballando tutte le mie cose e prendendo tutte le cose necessarie.

Ho preso una stampa dei biglietti e l’ho consegnata al mio amico per controllare i posti n. Dato che ero impegnato con l’imballaggio.

La prossima cosa che ho sentito è stato ” Abbiamo perso il treno “.

Per un momento ho pensato che potesse scherzare. Quindi gli ho detto che abbiamo ancora 3 ore per prendere il treno.

Ma vedere i biglietti è stato uno shock improvviso !!

(Non ho idea del perché il mio Snapchat Story XD.)

Il fatto era che non eravamo in ritardo di un’ora o giù di lì, ma di un’intera fottuta giornata !!

E sì, una settimana di lezioni è seguita dopo l’incidente e talvolta a volte l’incidente è rinfrescato nella mia mente dai dolci insulti dei miei familiari, ogni volta che viene sollevato il tema della responsabilità .

Essere truffati!

Non importa quanto leggi su truffatori e truffe in un paese che stai per visitare, potresti comunque ricevere spiacevoli sorprese!

Tra l’altro, Parigi era una città che sembrava avere la più alta concentrazione di truffatori per metro quadrato!

Questo è Montmartre – un posto fantastico da visitare durante la tua breve vacanza a Parigi. Ma attenzione: i truffatori si avvicineranno a te e prima ancora che te ne accorga, proveranno a venderti un braccialetto di amicizia, una rosa “gratuita” per il tuo partner, un souvenir cinese economico ecc. Più folla è in giro, meglio è per i truffatori avvicinarsi a te e per il borseggiatore per cancellare il tuo portafoglio!

Vuoi saperne di più sulle truffe? Per maggiori informazioni, visita il mio blog Tigrest dot com

I modelli in costume sono un altro schema di truffa. Anche se a volte è bello scattare una foto memorabile, molti di loro potrebbero forzare in più di una foto e averti pagato per ogni foto separatamente. Fai attenzione e scatta solo tutti gli scatti che sei disposto a pagare!

Souvenir : il più grande fregatura di sempre. Se viaggi abbastanza, alla fine noterai che tutti quei magneti sembrano esattamente uguali in tutti i paesi. Sai perché? Perché sono tutti realizzati nello stesso posto – in Cina! Allora perché non cerchi qualcosa di unico – una piccola galleria locale o una bancarella al mercato domenicale che vende riviste fatte a mano (una trovata a Parigi – fantastica!). Sarà un regalo molto più prezioso di un altro magnete o portachiavi.

Un altro buon esempio è mangiare fuori . Abbiamo visto tutti quei ristoranti con i camerieri che ti invitano a entrare. Questa è una tipica trappola per turisti. Non andare li! Ti sovraccaricheranno perché il tuo cameriere parla un inglese perfetto con te. Vai a cercare un posto dove i locali mangiano! Non abbiate paura di chiedere consigli! Ricerca, controlla mappe di Google, forum di viaggio, blog. C’è una competizione davvero alta là fuori, e dato che stai passando di lì, non gli piacerebbe farti piacere, come farebbero con un locale (che potrebbe tornare venerdì prossimo).

Questo viaggiatore ha avuto molti si sono avverati. Ecco un boccone di scelta.

Scendendo da un autobus pubblico a Colon, in Panama, la mia ragazza e io stavamo cercando di trovare lo yacht club locale. Speravamo di fare un giro in Australia aiutando uno yacht a passare attraverso il sistema del canale di Panama come equipaggio. È così che ci era stato detto di farlo.

Non avevamo idea di dove fosse lo yacht club e avevamo sentito dalla parte di Panama City della penisola che ci potevano essere “problemi a Colon” (sembra un ottimo libro sul cibo marcio; anche noi ne avevamo la parte)

Panama era in una forma orribile quell’anno, 1993. Elevata disoccupazione, possesso di armi, infezione da HIV e tassi di omicidio. Povertà di massa, disperazione, economia a malapena. Gentile gente che ci dice: ‘No, no! Vai da questa parte, non andare da quella parte “tutto il tempo, perché i” cappucci della Città erano così cattivi.

Uscendo dall’autobus a Colon, siamo troppo confusi e biondi. Un uomo cammina, dice semplicemente: “Non ce la farai mai”, mentre siamo lì. Un altro ci vede, si avvicina, sembra molto preoccupato, dice: Sai dove diavolo state andando? Perché sei qui? Non sai che oggi c’è una rivolta su vasta scala?

No tre volte. “Vogliamo solo andare allo yacht club”, dico io, come lo strumento più ideale del mondo.

“Vieni presto, ti prendo!” Lui mi afferra il braccio, lei afferra il mio e corriamo attraverso questo ampio campo di terra arata. Continua a urlare: “Sbrigati! Andiamo, forza! Correre!’ Il campo aveva enormi blocchi di terra. Indossiamo entrambi infradito e lo sporco rimane intrappolato tra i nostri piedi, facendoci inciampare come un paio di ubriachi diurni con zaini.

‘La città è stata chiusa dai cittadini di Colon. Ne hanno abbastanza “, ci dice. ‘Non stanno permettendo alcun traffico in entrata o in uscita fino a quando il presidente arriva e spiega cosa farà del 40% dei tassi di possesso delle armi e del 40% dei tassi di infezione da HIV negli adulti. Non ci sono soldi, nessuna speranza. Il posto è fottuto. Ragazzi, non dovreste essere qui.

Arriviamo a un cancello alto 50 piedi. Due ragazzi della sicurezza stanno dentro con gli M-16. In fondo alla strada possiamo vedere e sentire la rivolta: fiamme e fumo, mazze da baseball e bastoncini che oscillano, pistole che sparano, gente che urla e rissa. Le guardie aprono i cancelli, il ragazzo si scopa. Entriamo.

C’è una club house. All’interno, i bianchi giocano a biliardo, bevono birra, seduti in chat. Come se niente fosse. Un’oasi di ricchezza e stabilità circondata da un completo crollo urbano. Prendiamo una birra. Per ora stiamo bene. “Fottuto inferno”, le dico. ‘Perché siamo qui?’

Impariamo che ci sono un sacco di yacht che attraversano due giorni. Una volta che si sono radunati sul lato caraibico, l’autorità del canale trasporta tutti gli yacht in due o tre, facendoli attraversare il lato del Pacifico in un unico ciclo di blocco dell’ascensore.

Troviamo uno yacht che attraversa. Ci vogliono due giorni, quindi sei saggio per sapere con chi passerai il tempo. È una coppia della Virgina. Sono vecchi hippy grassi, un po ‘strani, ma amichevoli. Ha lunghi capelli grigi in una coda di cavallo. Ha 60 anni. Halter top, tette giganti, senza reggiseno. Capezzoli come i pollici di saldatore. Tanto, troppo.

Ci invitano a bordo. “Abbiamo AC e molta birra.” Beviamo qualche drink e siamo invitati a passare la notte. Con nessun altro posto dove andare, ed essendo buio, accettiamo. Proprio mentre stiamo per andare a dormire, mi chiede se possiamo scambiare le mogli. ‘Uhm, grazie. Siamo piuttosto stanchi. Grande giornata, con i disordini e tutto il resto ‘dico.

Dormiamo, a malapena, preoccupati per uno scambio di moglie forzato a tarda notte ubriaco. Hanno delle pistole, siamo stati informati.

Il giorno dopo, partiamo, quindi incontriamo due velisti americani. Di Haiti. Uno è un predicatore, l’altro possiede una compagnia di sicurezza. Il predicatore indossa una pistola. “Al diavolo sì, ci stiamo dirigendo verso l’Aussie. Ragazzi, avete bisogno di un passaggio? Vieni a bordo per una birra, ti faremo vedere il posto.”

Il missionario e il mercenario.

Prendiamo una birra e andiamo sotto. Sembra abbastanza carino.

‘Abbiamo un congelatore pieno di carne. Comodo letto matrimoniale per te. Un sacco di alcol e un sacco di pistole, nel caso in cui un pirata. Oh, e se ti annoi, abbiamo questo … ‘Mi giro verso il punto che sta indicando. L’intero scaffale è costituito da videocassette porno ultra hardcore. Merda vile. Incesto. Stupro. Bambini.

“Cazzo no,” le sussurro.

Troviamo una terza barca. Un’altra coppia americana. Decidiamo di fare il canale con loro, insieme a un ragazzo nero solitario di Detroit che è un rifiuto dell’esercito americano. Ha vissuto duramente in Colon da quando ha lasciato l’esercito. Aiuta gli yacht a passare $ 50 al pop. Ci racconta com’è stata la sua vita nei suoi 12 anni lì. Cazzo terribile, in due parole. È un cesto completo, come uno di quei pazzi nel Dolong Bridge in “Apocalypse Now”.

La coppia combatte tutto il tempo. Il tizio nero alza il volume inquietante una volta che ha avuto un paio di birre. Trascorro molto tempo a nuotare con lei nel lago, dove faremo l’ancora durante la notte.

Il sistema dei canali è un’opera di alto genio. Ma è tutto troppo strano per essere goduto.

Arriviamo a Panama City, lo yacht club. È pieno di strani alcolisti bianchi. Nessuna barca che va in Australia. Niente più yacht che arrivano dai Caraibi per un’altra settimana.

Continua così per altre tre settimane. Non prendiamo una barca per l’Aussie.

Prendiamo un aereo per San Francisco, dove ci lasciamo male.

I problemi con passaporto / visto / documento di identità sono il peggior incubo del viaggiatore.

L’anno scorso, i miei compagni di classe e io ci preparavamo a partire per uno studio all’estero nel Regno Unito. Per molti, sarebbe la prima volta che lasciano gli Stati Uniti e persino la loro prima volta in un posto.

Lo stavamo pianificando da oltre 10 mesi. Quando richiedere un passaporto, quando acquistare i biglietti aerei, quali attrazioni visiteremmo e dove alloggeremmo. Abbiamo persino inviato per e-mail copie dei nostri passaporti aggiornati a coloro che avrebbero insegnato alla nostra classe. E poi…

Siamo all’aeroporto e uno dei miei compagni di classe non può ritirare il biglietto. Il loro passaporto, che hanno ricevuto cinque anni fa, è scaduto due settimane prima di quel giorno (perché erano stati minorenni quando l’hanno ottenuto, ei passaporti minori scadono più rapidamente dei passaporti per adulti).

Mentre tutti noi salivamo sul nostro aereo, questo studente si precipitò all’ufficio passaporti più vicino per rispondere a una richiesta ($$$), organizzare un posto dove stare in città mentre aspettavano ($$$), trasferire il biglietto aereo ( $$$), e organizza il trasporto verso la nostra sede di studio una volta fatto tutto (£££). Povero, ha rotto il viaggiatore del college.

Il resto del viaggio è stato meraviglioso.

31 Paesi, 3 Territori, 1 Dipendenza della Corona, 1 Regione amministrativa speciale e … ecc. (TMI per Quora, ma aggiungerebbe luoghi – lotti) oltre 110 volte. 48 Stati Uniti innumerevoli volte. 30% militare. Il resto lavoro civile. La maggior parte su W-2 multi-stato, multi-1099-Misc (entrambi vissuti in California), reddito estero – Wired to US Bank -, contanti, reddito estero – e biglietti per hotel e aerei, ecc. Ecc. E … ecc. – stesso anno e una dichiarazione dei redditi complicata. Soprattutto quando si passa da stato a stato a … stato. E così via.

Ho pagato per la scuola di specializzazione sul mercato nero in valuta come consulente. El Salvador ad Atlanta e ritorno / Tegucigalpa ad Atlanta e ritorno. Cambio valuta. Una tariffa USA. Un tasso straniero. Un tasso di mercato nero. Ma quando “loro” ti sparano addosso e spargono dentro e fuori un Claymore e il tuo armato, sostenere l’economia locale sulla strada è meglio che sostenere il dittatore locale della Banana Republic all’aeroporto. Sembra la cosa giusta da fare.

Ma … sono un turista quando non lavoro. E il lavoro sembra essere in tour.

Non parleremo di East St. Louis / Washington Park / ecc. Restiamo internazionali.

7 mesi nel sud est asiatico. PA, USA. 1 mese a Juarez. FL, USA.

E ora inizia l’incubo. Ma ho fatto i miei voli.

DC a El Salvador. Costa Rica. Colonbia. Perù. Dom Rep.

Vettori stranieri fino a quando American Airlines non torna a Miami da Santa Domingo. Check-in. Fatto attraverso la sicurezza e un metal detector. Gruppo 2. Primo in linea. 45 minuti fino alla partenza del volo.

Consegna al ragazzo il mio PassPort e la carta d’imbarco.

(SIC … in anticipo)

“Ola, Senor Schlimm. Come stai?”

“Bien, grazie. Usted? ”

Scansionata la carta d’imbarco. Il sorriso si trasformò in confusione. Scansionato di nuovo. Bocca aperta Supervisore dietro di lui con un cipiglio e una lavagna per appunti. Guardia di sicurezza alle mie spalle con un vero sorriso: mi piaceva. Boarding Pass e PassPort vanno alla Guardia. Chiaramente un set up. Ho fatto incazzare qualcuno tornando da Juarez … o era Pechino … o ???

“Vieni con me, signore.”

Le frecce gialle sul pavimento ci indicarono mentre tornavamo alla sicurezza. Nessuno ha detto di smettere. Annuirono alla guardia giurata. PassPort e ticket vanno a tre persone a un tavolo con computer, internet e telefoni. Borsa a rotelle, borsa a tracolla e vado da un ragazzo a un altro tavolo. Borse controllate e tamponate per esplosivi. Io e le mie scarpe, ecc., Siamo tamponati per esplosivi.

Inizia l’incubo.

Scattato in una stanza con un Full Body Scanner – nessuno di quelli in sicurezza.

Bottiglia d’acqua da Hudson Books – sì a Santa Domingo – 25% andato.

“Bevi.” Ho preso un drink profondo. Mi ha guardato.

“Tutto” Ho pensato che avrei avuto bisogno del gabinetto dell’aereo. L’ho bevuto. Mi ha guardato. Non ho vomitato, vomitato o morto.

“Finito”. Ho passato.

Controllo NSA da superare.

“Finito”. Sulla mia strada per gli Stati Uniti.

“Dai, Senor Schlimm. Dobbiamo sbrigarci. Non vogliamo perdere il tuo volo. ”

F..k!

“Grazie amico!”

Carta d’imbarco scansionata. Jet way vuoto. Porta aperta. Equipaggio che mi guarda. Ce l’ho fatta! Incubo finito! Il viaggio è stato fantastico!

Passi del piede. “Senor Schlimm! Solamente! Ho bisogno della tua carta d’imbarco per cambiare posto.

Sono sicuro che i posti sono stati cambiati quando ero in sicurezza e il volo era pieno. 10 minuti. Carta d’imbarco. Salgo a bordo. L’incubo finisce di nuovo.

SXXT! Molti posti gratuiti. Il mio posto originale è gratuito. Il mio posto è accanto a due ragazzi. Nessuna conversazione. Orribile spagnolo con l’equipaggio. Grande e giovane Air Marshal (s)?

Paranoico.

Atterrare a Miami.

“Ciao, signor Schlimm. Per favore vieni con me. Perché eri nel centro di San Jose? Parlami di Bogotà. Perché hai trascorso qualche giorno a Medellin? Perché hai cambiato questi soldi a Santa Domingo? Stiamo ancora cercando di capire perché eri a Juarez dopo il tuo ritorno da Bangkok … e Pechino … e … ”

F..k. Borse controllate. Tamponato per esplosivi. Full Body Scanner per tornare negli Stati Uniti!

Non mi hanno chiesto di essere un Capitano dimesso onorevolmente dall’esercito americano, né le mie due figlie al college in Ohio, o la chiesa a cui frequento.

Ma, ho fatto il mio volo per DC.

Un grande viaggio andato all’inferno, grazie al governo degli Stati Uniti … e alle mie decisioni personali.

E questo è un incubo per un “turista” quando le Training Wheels escono.

Posso parlarti dei protocolli di dissenteria e malaria nel corso della giornata, ma non mi hanno disturbato. Le bombe non mi hanno disturbato.

Quello ha fatto.

Il prossimo viaggio fu in Africa attraverso un incontro a Londra. Sono arrivato negli Stati Uniti via Atlanta. Il mio compagno di posto non l’ha fatto. “Di cosa hai parlato sul tuo volo diretto di 16 ore e 40 minuti da Johannesburg ad Atlanta?”

Povero bastardo.

Ed è così che fai il tour!

Sto solo dicendo.

L’intero viaggio è stato un incubo, da una rapina sui gradini della Cattedrale del Sacre Coeur a Parigi alla dissenteria a Kabul e poi di nuovo in Turchia per morire di fame per una settimana. È una lunga storia, quindi sistemati in …

Ero giovane, idealista e ingenuo. Così, quando ho visto i tre grandi giovani africani avvicinarsi a me mentre suonavo il mio piccolo flauto sui gradini del Sacro Cuore di Parigi all’alba, ho sorriso. Pensavo si stessero avvicinando per amicizia. Tesi il mio flauto verso uno di loro, pensando che forse gli sarebbe piaciuto provare a suonarlo. Si stavano avvicinando con grandi sorrisi ma non sembravano interessati alla musica. Ignorò la mia offerta e indicò la custodia di pelle che mi pendeva attorno al collo. Questa custodia aveva il mio passaporto e la somma di denaro che avrebbe comprato il mio biglietto aereo per New Delhi. Naturalmente, mi sono rifiutato di girarlo. La mia resistenza fu rapidamente superata quando tirò fuori un rasoio da 6 pollici di lunghezza e si posizionò dietro di me con il rasoio tenuto in gola. Uno degli altri tirò via la borsa e tirò fuori tutto. La mia fiducia nella natura umana è stata ripristinata quando ha gettato a terra il passaporto e la borsa e ha preso solo i soldi.

Per un motivo che non ricordo, volevo andare in India. Avevo 21 anni, era il 1976, lo shah dell’Iran sarebbe stato presto rovesciato e l’Afghanistan invaso e in qualche modo ho pensato che sarebbe stata una grande avventura viaggiare via terra verso l’India. Potrei ancora farlo con i pochi soldi che mi restavano dopo la rapina se prendessi il treno per Istanbul (l’Orient Express!) E poi prendessi un autobus hippy per l’India. Al momento del mio arrivo in India sarei rimasto senza soldi, ma era un problema per un altro giorno.

Quindi sono partito il giorno dopo per Istanbul. La sezione del treno in cui mi trovavo non era sicuramente l’auto di lusso del mito e del film. Ho dormito in posizione verticale e ho attraversato Vienna, Milano, Belgrado e Sofia senza fermarmi. Il mio ricordo principale è di passare attraverso la cortina di ferro e le spaventose guardie di frontiera che sembravano avere il piacere di arrestarmi.

Era facile trovare un autobus che mi avrebbe portato attraverso la Turchia, verso l’Iran e l’Afghanistan, dove avrei attraversato il Khyber Pass e scendevo in Pakistan. Tutto era così economico – penso che l’autobus fosse $ 80. Come avrei scoperto in seguito, probabilmente non hanno pagato molto i loro autisti.

Tutto è andato bene, fino a quando nel mezzo di un grande deserto in Iran, l’autista ha abbandonato l’autobus. Fermò l’autobus sul ciglio della strada, prese le chiavi e se ne andò. I passeggeri furono lasciati a discutere il motivo. Il consenso era che aveva nostalgia di casa e stava tornando a casa nel suo villaggio natale.

Naturalmente, non avevamo il cellulare (è successo negli anni ’70) e non abbiamo avuto modo di comunicare la nostra situazione. La maggior parte di noi ha finito per prendere un autobus locale per la città più vicina. Ho continuato di buon umore. Non ero minimamente dissuaso e cercavo solo un altro autobus a lungo raggio. Sono arrivato a Teheran e ricordo alcune conversazioni inquietanti con la gente del posto che mi ha detto quanto odiassero lo Shah. Mi guardai alle spalle, sapendo che lo scià era famoso per avere i suoi agenti ovunque.

Mentre ero a Teheran, sono andato all’ufficio postale principale e ho inviato un telegramma alla mia banca a San Francisco per istruire loro a trasferire qualche centinaio di dollari a una banca a Kabul. Ricordo ancora di aver spostato l’equivalente di $ 20 (una somma enorme in quei giorni in Iran) attraverso il banco all’impiegato che mi ha assicurato che il telegramma sarebbe stato inviato immediatamente. Con il senno di poi, il suo sorriso ingrato indicava problemi.

Ho trovato un altro autobus per Kabul e mi sono goduto il viaggio e il panorama. Mi sentivo abbastanza bene con il mio piano a questo punto. Sembrava che tutto funzionasse bene. Ed è stato sicuramente un viaggio per un viaggiatore a basso budget. Se volevo uscire e passare una notte in un hotel locale, il conto non sarebbe mai stato più di un dollaro. Tuttavia, anche la vita era economica. Ho sentito di alcuni turisti che erano stati assassinati per poco più di una radio a transistor o per pochi dollari. L’Afghanistan nel 1976 era come essere sulla luna. I costumi, l’abbigliamento e la musica erano tutti così diversi. Potrei sedermi in un bar con i vecchi del villaggio e fumare un grosso frizzante con un grosso pezzo di hashish. Ho visto gli uomini prendere enormi nuvole di fumo e innocentemente ho pensato di poter fare lo stesso. Si sono fatti una gran risata quando ho raddoppiato violentemente la tosse dopo il mio primo tiro.

Una volta a Kabul, le cose hanno iniziato ad andare a sud. Innanzitutto, non c’erano soldi in banca. Ci volle un po ‘di tempo, ma alla fine mi resi conto che l’agente postale di Teheran aveva semplicemente preso i miei soldi e non aveva mai inviato un telegramma. Ero molto, molto al verde. Il secondo problema era che ho contratto la dissenteria. Questo è stato auto-diagnosticato perché non ho mai visto un medico e non ho nemmeno pensato di vedere un medico. Ero in un piccolo hotel economico dove le camere sembravano più stalle convertite. Il letto era solo un sottile materasso di schiuma su un pavimento di cemento. Non sono sicuro che sia corretto, ma mi sembra di ricordare di aver pagato dieci centesimi a notte.

Quando ho visitato con urgenza il “bagno” (un buco nel pavimento), ero disgustato e sgomento per vedere che il buco era bloccato e le feci erano sparse per il pavimento. Ho trascorso l’ora successiva a pulire a fondo quel bagno. Avevo la nausea, le vertigini e la debolezza, ma ho fatto un ottimo lavoro poiché sapevo che avrei trascorso molto tempo in quella stanza.

Per la settimana successiva, ero troppo malato per trasferirmi in qualsiasi posto oltre al bagno. Arrivare lì è stato un risultato importante. Mangiavo raramente, mai più del riso bianco e un brodo di pollo sottile che il proprietario dell’albergo mi portava di tanto in tanto. Non l’ho mai chiesto – devono essersi preoccupati di far morire un giovane occidentale nel loro hotel.

Non avevo alcun contatto con il mondo esterno e mi concentrai solo sulla sopravvivenza. In qualche modo sono migliorato. La mia unica medicina era il riposo e il brodo di pollo. Non saprò mai esattamente quanto tempo è passato in questo modo. Il mio unico indizio è che penso di dover pagare all’hotel $ 1,50, che sarebbe di 15 giorni a dieci centesimi a notte. Sono stato sconfitto. Non pensavo più di andare in India. Volevo solo tornare a casa in California.

Ho dovuto saltare il conto. Ero al verde e persino $ 1,50 erano impossibili da pagare. Ho lasciato l’albergo prima dell’alba e sono uscito fuori città. Era inverno e la neve era a terra. Ero debole e malnutrito. Ho fatto un’escursione alla periferia della città e ho aspettato nell’ufficio di una stazione di benzina e speravo di incontrare un camionista che si stava dirigendo a ovest. L’ufficio era caldo e ho aspettato dentro anche se l’uomo dietro la scrivania stava cercando di farmi andare via. Per me, era una questione di sopravvivenza rimanere in quel calore.

Il mio piano, per così dire, era di fare l’autostop per tornare a Istanbul e chiedere un rimborso alla compagnia di autobus. Ho detto che ero ingenuo? Inoltre, semplicemente non pensavo direttamente. Perché non mi sono semplicemente buttato in balia dell’ambasciata americana a Kabul?

Quindi, senza soldi e senza un piano di cui parlare, ho fatto l’autostop da Kabul a Istanbul. Rabbrividisco nel pensare a cosa mi sarebbe potuto accadere su quella strada desolata e senza legge. Ma sono stato fortunato e un paio di camionisti hanno persino condiviso i loro pasti con me. Non ho chiesto l’elemosina ma qualcuno avrebbe potuto vedere che stavo morendo di fame.

Sono arrivato a Istanbul, affamato e ancora debole per la mia dissenteria. Ho trovato un hotel che non sembrava affatto sorpreso di vedere un occidentale rotto, affamato e malato che chiedeva pietà. Hanno accettato di mettermi in tasca fino a quando non avrei potuto raccogliere un po ‘di soldi.

Spero di essere andato all’ufficio degli autobus e ho detto loro che il loro autista aveva abbandonato l’autobus in mezzo al deserto in Iran. Ho richiesto un rimborso. Dopo aver fatto una bella risata, mi dissero di lasciare l’ufficio prima di chiamare la polizia e farmi picchiare.

Dopo una buona notte di sonno, sono andato all’ambasciata americana. Accettarono di inviare un filo a mio padre chiedendogli di inviare denaro. Hanno detto che potrebbe richiedere una settimana o più per ricevere una risposta. Fu una lunga passeggiata per l’ambasciata – giù per una lunga collina e poi su per un’altra grande collina. Era faticoso, almeno nel mio stato indebolito. Ho fatto quella passeggiata due volte al giorno, sempre sperando che alla fine arrivassero i soldi.

Non avevo soldi e non mangiavo. Ricordo questa volta con stupore: cosa stavo pensando? Penso che la mia malnutrizione abbia influenzato la mia mente. Avrei potuto chiedere soldi al proprietario dell’albergo, ma ero troppo orgoglioso o semplicemente fuori di testa.

Questo è andato avanti per circa una settimana. Non so come ho fatto nel mio stato indebolito. Le vacanze di Natale si stavano avvicinando e l’ambasciata si sarebbe chiusa per circa una settimana. Stavo diventando ansioso. Alla fine, il giorno prima della chiusura dell’ambasciata per le vacanze, l’impiegato mi disse che i miei soldi erano arrivati. Ma l’economo che poteva dispensare i fondi era già alla festa di Natale e aveva chiuso il suo ufficio.

Potrei essermi rotto a questo punto. Non ricordo cosa ho detto. Ma è stato sufficiente per riportare l’economo dalla festa e ho ricevuto $ 300 e un caloroso saluto festivo americano. $ 300 sono bastati per un biglietto aereo a casa, cibo, conto del mio hotel e un bagno turco caldo per eliminare il sudiciume. Ma la prima priorità era il cibo. Ho comprato il primo oggetto commestibile che ho visto all’uscita dall’ambasciata, un grosso sacco di noccioline. Saggiamente, come si è scoperto. Era troppo per il mio fragile sistema digestivo ed ero stitico per una settimana. Ma quella era la mia ultima indignazione. Poco dopo ero a casa.

Sono arrivato in India qualche anno dopo. Ma questa è una storia diversa.

Il peggior incubo di un viaggiatore dovrebbe perdere (ad esempio a causa di furto o incidente) tutti i documenti importanti contemporaneamente, in particolare il passaporto, ma anche carte di credito, denaro, patente di guida, ecc. La situazione sarebbe ancora peggiore se si perdesse anche lo smartphone, e / o se nessuna copia di backup dei documenti è stata conservata in anticipo in alcun luogo. Eventualmente ogni viaggiatore esperto si sarebbe ricordato di farlo, oltre a conservare e trasportare le proprie cose in modo che non tutto andasse perduto in una sola volta. Anche così, il furto o la perdita di documenti chiave sarebbe comunque una seccatura maggiore.

Anche i disordini civili dovrebbero essere nella lista degli incubi, in particolare essere catturati in modo imprevisto e senza possibilità di fuga (ad esempio, aeroporti chiusi, strade barricate o voli in uscita annullati).

Suppongo che si potrebbe aggiungere ferirsi gravemente durante il viaggio e dover affrontare strutture mediche scadenti. L’assicurazione di viaggio è ovviamente un’ottima idea, ma ci sarebbero ancora dolore, inconvenienti e rischi.

Il mio peggior incubo è essere bloccato in una situazione in cui il destino ha cospirato per lasciarti impotente dalle circostanze. Ero su un autobus in India con un’intera festa di trekking della mia scuola. Eravamo su una di quelle deliziose stradine sterrate con una caduta a strapiombo su un lato di circa 1000 piedi, a malapena spazio per prendere l’intero bus in sicurezza e con enormi camion rumorosi ma ben decorati che ti arrivavano veloci. Abbiamo girato un angolo solo per essere affrontati da un camion che bloccava la strada. Fu fermato perché di fronte un altro veicolo aveva avuto un incidente ed era dalla sua parte. Il traffico presto si è sviluppato dietro di noi. Non potremmo andare avanti e non potremmo tornare indietro. A questo punto ci siamo resi conto del fumo che si diffondeva attraverso la scena e la nostra guida ci informò che c’era un incendio boschivo sopra di noi e si stava diffondendo rapidamente lungo la montagna verso di noi, bloccato sulla strada della scogliera. Come se ciò non bastasse, il veicolo su un lato non a 50 piedi dal nostro autobus era una petroliera. Una petroliera che perde. Ovviamente io e la mia festa per scolari sopravvivemmo all’incontro, ma per alcuni minuti mi sembrò di essere in un incubo vivente o in una scena di un film catastrofico altamente improbabile.

Ho qualcosa da offrire. Potrebbe non essere così male come gli altri qui. Comunque ecco cosa è successo.

Ho prenotato per una famiglia in Giappone nella zona di Tokyo. Faccio sapere all’ospite il giorno in cui arriverò con qualche mese di anticipo e anche con qualche giorno di anticipo.

Il giorno in cui siamo arrivati, dopo un volo di 6 ore, 2 ore di pendolarismo nella periferia di Tokyo da Narita, e dopo un infinito aiuto di gente del posto a trovare l’indirizzo (con il sistema di indirizzamento Tokyo tozzo: Cho, Ku, ecc.), Abbiamo trovato il casa chiusa a chiave. Nessuno a rispondere alla porta. I vicini, sebbene molto simpatici, non avevano idea di dove fosse l’host. Per coronare il tutto, era metà inverno e nevicava. Siamo appena andati in inverno dal caldo di Ho Chi Minh City in Vietnam. Freddo, fame e stanchezza. Non c’era nessun posto dove andare. È stato molto difficile per mia moglie che non ha mai visto un inverno del genere o neve per quella materia. Abbiamo fatto uno spuntino al 7-11 locale e abbiamo preso un treno locale per tornare a Ikebukuro (la stazione più vicina possibile dove potevamo trovare un alloggio).

Il problema non era ancora terminato poiché non avevo prenotato una camera d’albergo e trovare un hotel dopo le 22.00 non è così facile con i segni di Katakana che sbattono le palpebre. Quindi, disperato, ho fatto aspettare mia moglie in un luogo ben illuminato di fronte alla stazione con i bagagli, così da poter chiedere un alloggio. I tassisti hanno semplicemente respinto la mia richiesta di aiuto dicendo che non è loro compito aiutarmi a trovare un hotel. Il Koban (posto di polizia) non è stato molto utile (sorprendentemente) senza prenotazione.

Così sono stato in grado di vedere alcuni segni dell’hotel; ed è entrato nel primo. L’addetto alla reception ebbe uno sguardo dubbioso e andò a controllare con il direttore. Dopo un minuto molto lungo, è tornata dicendo che sarà 12.000 Yen per la notte. Nulla mi è mai sembrato così dolce come il suono della sua voce. Il sollievo finalmente!

Ora mi è venuta in mente un’altra cosa, la mia piccolissima moglie (che non farebbe male a una mosca) in attesa davanti alla stazione. Quindi devo correre da lei per assicurarsi che stia bene. Così mentre mi avvicinavo alla stazione, un uomo le stava parlando e sembrava molto confusa. Il mio cuore batteva all’impazzata e mi sono precipitato ad incontrarla, solo per scoprire che l’uomo stava chiedendo a mia moglie se sarebbe venuta in un hotel con lui e apparentemente non era il primo. Si ritirò rapidamente dicendo che stava controllando se stava bene. Si, come no! Comunque non volevo fare una grande scena e ho ignorato l’uomo prestando piena attenzione al benessere di mia moglie. Mi sono sentito così stupido e cattivo di averla lasciata lì. Mi sono scusato abbondantemente, ma mi sento ancora male.

Per darvi più chiarezza, l’ospite in famiglia non si è preso la briga di controllare le nostre date di arrivo e mi è tornato dopo solo pochi giorni per scusarsi. Questo è stato il peggior incubo di viaggio per me.

Troppi ragazzi là fuori, non lasciare tua moglie in una zona ben illuminata, farla aspettare ad un Koban o portarla con te. Non fare lo stesso errore e rimpianto. Qualsiasi altra moglie mi avrebbe divorziato. Ma il mio angelo di moglie capì la situazione e non si lamentò nemmeno di tutti i vecchi che la picchiavano o pensavano male al Giappone.

Grazie a Dio per avermi inviato la mia angelo moglie! Sono per sempre grato.

0: 00-1: 19

Come diceva Sartre: l’ inferno è altra gente . Anche nel caso dei viaggi, altre persone – nelle loro diverse forme, dimensioni, ruoli e aspetti – possono essere un incubo.

  • I partner di viaggio .
  • Quelli che si lamentano che non sono mai rimasti colpiti dal tramonto o felici della camera d’albergo.
  • I bambini che non possono prendersi cura di se stessi, si aspettano che tu organizzi tutto e ti prenda cura di loro
  • La gente del posto .
    • Il ragazzo “così gentile e gentile” che è stato così utile … ma poi ha chiesto soldi o ha finito per portarti nel suo negozio ed era arrabbiato per non aver comprato nulla.
    • I maschi amichevoli che “casualmente” ti toccano (quelli sono sempre un incubo non solo quando viaggi!)
  • Le autorità .
    • I poliziotti e il controllo delle frontiere usano il fatto che non sei locale per ottenere tangenti o alimentare i loro ego spaventandoti.

    – Essere ingannato
    Incontrare truffe, essere borseggiati, essere rapinati, rubare i bagagli, avere un “amico” locale essere una truffa confidente o affrontare la corruzione del governo / polizia ti fa iniziare a fidarti molto meno delle persone e la tua immagine generale di un paese – insieme a il tuo viaggio, diventa rapidamente acido.

    – Viaggiare sotto pressione.
    Ad esempio, se hai un volo / treno / autobus da prendere, correre attraverso il traffico, cercare stazioni e tentare di spostarti in una città aliena, specialmente se in un’altra lingua, puoi fare in modo che un viaggiatore si dimetta e si arrenda. Essere bloccati in un terminal di taxi / autobus / aeroporto mentre i minuti passano può anche essere aggravante.

    – Essere preso di mira.
    Se vieni sciamato nel momento in cui esci da una stazione, imbrogliati per un pasto o in taxi, frugati in un aeroporto, discriminato o molestato sessualmente per essere diverso, rende un viaggio in un paese un incubo, non piacevole.

    – Incontrare l’imprevisto.
    Che si tratti di un colpo o di uno sciopero improvviso, di un uragano senza preavviso, di proteste, di una stazione / aeroporto chiuso o spostato, di una stanza d’albergo che non è come le foto o di arrivare in una città famosa che non è così simile alle tue aspettative romantiche, può guidare un po ‘di panico o shock.

    – Incontrare un problema, dove è colpa tua
    Che non arrivi all’aeroporto in tempo, dimentichi le pillole anti-diarrea o la protezione solare, non prenoti un hotel in anticipo, non controlli il tempo prima di fare un’escursione, porti carte bancomat inutili, spendi tutti i tuoi soldi, dimentichi un caricabatterie del telefono (e che vitale Google Translate / Google Maps!), E soprattutto – non sapendo di aver bisogno di un visto per entrare, rimarrai bloccato cercando di trovare un capro espiatorio da incolpare, quando la colpa ricade davvero su di te.

    Per me almeno quando si tratta di estate, essere punto da una medusa nel bel mezzo del nulla. O perdersi in un paese straniero perché il tuo dannato GPS è stupido.

    Situazione 1 – Ero in vacanza nel sud della Grecia (Eubea) e bene, perché i miei genitori sono tutti “facciamo un’avventura!” decidemmo di andare in una spiaggia a 60 km dal nostro hotel, letteralmente in mezzo al nulla con tre ristoranti e caffè e nient’altro. Mentre nuotavo (la spiaggia era meravigliosa) ho sentito qualcosa sul mio dito ma l’ho spazzolato via fino a quando ho sentito la stessa cosa sulla mia gamba. Sono uscito dall’acqua solo per vedere due meduse sulla spiaggia. Ho notato che il mio dito sta diventando rosso e ho un’eruzione cutanea sulla gamba. Dopo 10 minuti, ha iniziato a bruciare e fare così male che ho iniziato a urlare. I miei genitori sono usciti dall’acqua solo per vedere il mio dito completamente arrossato e gonfio e l’eruzione cutanea della mia gamba si stava lentamente avvicinando al mio fianco. Mio padre è corso al ristorante per chiamare un’ambulanza, ma per fortuna, potrebbero essere qui tra 45 minuti! Siamo tornati in macchina e ho iniziato a sentire le vertigini e mi sono sentito davvero male, mi ha dato gas per portarmi all’ospedale più vicino il più presto possibile. Quando sono arrivato lì e mio padre ha urlato per 20 minuti che avevo bisogno di un medico perché stavo avendo una reazione allergica, un medico greco che conosceva l’inglese è venuto da noi, ci ha portato al pronto soccorso e mi ha dato tutti i farmaci di cui avevo bisogno, io ha iniziato a sentirsi meglio. Il dolore era ancora lì, ma non era più così terribile, sono stato rilasciato dopo un’ora. Siamo tornati al nostro hotel e da allora odio quelle maledette meduse.

    Situazione 2 – Mio padre aveva un GPS sul telefono che avevo acceso, dopo essere entrato in Italia dalla Slovenia. Per qualche strana ragione, c’erano alcune costruzioni sull’autostrada che inizialmente avevamo pianificato di utilizzare per arrivare a Verona, quindi abbiamo deciso di prendere quella locale (perché volevamo vedere la bellezza della natura italiana!) E beh, GRANDE errore. Nessun segno, paese straniero e abbiamo deciso di fidarci del GPS. Abbiamo messo Verona come destinazione finale e abbiamo continuato il nostro viaggio. Un’ora dopo il viaggio, siamo già riusciti a scendere dalla strada, siamo quasi andati a Padova, abbiamo fatto un cerchio per tornare alla strada per Verona e fare di nuovo una svolta sbagliata. A questo punto, non sapevamo più dove siamo. Ci siamo quindi fermati per riportare Verona come destinazione finale e ci ha dato le indicazioni giuste (o pensavamo che lo facesse). Per farla breve, il nostro viaggio di 3 ore a Verona si è rivelato essere di 5 ore, dopo di che abbiamo eliminato il GPS dal telefono, lo abbiamo maledetto e siamo andati a letto. Abbiamo fatto lo stesso errore durante il nostro viaggio in Spagna quest’anno, quindi immagino che scegliamo un GPS scadente o che vuole farci impazzire, qualunque cosa accada. Mi piaceva l’Italia, ma non mi piaceva davvero quello stupido GPS.